16. Mostra Internazionale di Architettura

Sabato 26 maggio ha aperto al pubblico la 16. Mostra Internazionale di Architettura dal titolo FREESPACE, a cura di Yvonne Farrell e Shelley McNamara ed organizzata dalla Biennale di Venezia.

La Mostra, che rimarrà aperta fino a domenica 25 novembre 2018, si articola tra il Padiglione Centrale ai Giardini e l’Arsenale, includendo 71 partecipanti cui si affiancano quelli raccolti in due sezioni speciali: la prima, Close Encounter, meetings with remarkable projects, presenta lavori che nascono da una riflessione su progetti noti del passato; la seconda, dal titolo The Practice of Teaching, raccoglie lavori sviluppati nell’ambito dell’insegnamento.

Questa edizione vede la presenza di 63 Partecipazioni nazionali, di cuipaesi presenti per la prima volta alla Biennale ArchitetturaAntigua & BarbudaArabia Saudita, GuatemalaLibano, Pakistan e Santa Sede e 12 selezione di Eventi Collaterali, proposti da enti e istituzioni internazionali, con mostre ed iniziative allestite a Venezia in concomitanza con la 16. Mostra Internazionale di Architettura.

Ad arricchire la Mostra contribuiscono poi, due Progetti Speciali:

- il Progetto Speciale Forte Marghera a Mestre, a cura di Yvonne Farrell e Shelley McNamara, consiste in un’installazione degli architetti Sami Rintala e Dagur Eggertsson, realizzata anche per ospitare alcune manifestazioni in programma a Forte Marghera.

- il Progetto Speciale al Padiglione delle Arti Applicate presso le Sale d’Armi dell’Arsenale, si interroga sul futuro del social housing presentando un frammento del complesso di case popolari, Robin Hood Gardens, che fu progettato da Alison e Peter Smithson nell'East London e completato nel 1972. Resa possibile grazie alla collaborazione della Biennale con il Victoria and Albert Museum di Londra che si rinnova per il terzo anno consecutivo, la mostra è a cura di Christopher Turner e Olivia Horsfall Turner.

 

La Biennale Architettura 2018 sarà accompagnata per tutto il periodo di apertura dai Meetings on Architecture, un programma di conversazioni, curato da Yvonne Farrell e Shelley McNamara, che daranno l’opportunità di discutere delle diverse interpretazioni del Manifesto FREESPACE e di ascoltare dal vivo le voci dei protagonisti della Mostra.

Di seguito il calendario degli incontri:

 

01: FREESPACE ore 14.30 sabato 26 maggio, Teatro Piccolo Arsenale
02: SPACE FOR OPPORTUNITY ore 14.30 sabato 9 giugno, Teatro alle Tese
03: GENEROSITY ore 14.30 sabato 7 luglio, Teatro alle Tese
04: NEW WAYS OF THINKING ore 14.30 sabato 25 agosto, Teatro alle Tese

05: SHAPING CITIES IN AN URBAN AGE ore 14.30 sabato 15 settembre, Teatro alle Tese

06: THE PRACTICE OF TEACHING ore 14.30 sabato 20 ottobre, Teatro alle Tese
07: COMMUNICATING ARCHITECTURE ore 14.30 sabato 27 ottobre, Teatro alle Tese
08: THE FREESPACE OF HERITAGE IN A MODERN AGE ore 14.30 sabato 10 novembre, Teatro alle Tese

09: THE EARTH AS CLIENT ore 14.30 sabato 24 novembre, Teatro alle Tese
10. IN CONVERSATION FREESPACE ore 14.30 domenica 25 novembre, Teatro alle Tese